Warning: getimagesize(http://www.autoshopitalia.com/public/public/2006/11/alfa_149_front_1.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.autoshopitalia.com/home/wp-content/plugins/wp-open-graph/output.class.php on line 306

Nuova Alfa 149

0

alfa_149_front_1.jpgNonostante il ritmo di vendite ancora buono per la 147 il tempo passa e c’è la necessità per l’Alfa di adeguarsi al ritmo del mercato per tenere i tempi della concorrenza. Infatti Volkswagen, Peugeot, Audi e BMW ma anche la Fiat in questi ultimi tempi hanno continuato a sfornare nuovi modelli senza sosta.
La Nuova Alfa Romeo 149 è stata idealmente ricostruita e sembra essere compatta, pronta a ripetere il successo della 147. E’ stata definita “l’anti-Golf” e dovrà farsi largo tra le mille insidie di un mercato in continua evoluzione, scontrandosi alla pari con temibili avversarie.


Copia dalle sorelle
La nuova 149 adotterà dalle “sorelle” svariate soluzioni tecniche quali il pianale, che potrebbe essere realizzato “accorciando” il premium della 159 e non su un progetto specifico in comune con le future compatte Fiat e Lancia. Non si sa ancora precisamente quale scelta farà l’Alfa, se la prima o quella di adottare una base comune per le tre compatte italiane che sarebbe la scelta migliore per contenere pesi e costi pur garantendo ottime doti di guida.

Nuovi motori
149post1.jpgCon questo nuovo modello debutterano anche i nuovi propulsori sviluppati dal reparto Fiat Powertrain. Sembra quasi scontata l’adozione dell’iniezione diretta (forse Starjet come sulla Grande Punto 1.4), forse abbinata anche alla sovralimentazione. Infatti come visto per altre case automobilistiche il futuro per la benzina pembra esser nelle piccole cilindrate: iniezione raffinata e sovralimentazione per avere un motore corposo a tutti i regimi e contemporaneamente parco nei consumi. I propulsori più attesi sono il nuovo 1.4 Fire Turbo da circa 150 cavalli e il nuovo 1.8 JTB sovralimentato ad iniezione diretta di cui tanto si parla negli ambienti alfisti.

 

Condividi in

Autore

Lascia un Commento