Fiat Professional sostiene il progetto “Van Sharing” di Torino

0

Parte a Torino l’innovativo servizio “Van Sharing” che vede protagonisti i veicoli commerciali di Fiat Professional. Infatti, dopo il successo del “Car Sharing” – il servizio di auto in condivisione che si è rilevato essere l’esperienza più importante a livello nazionale di questo genere – il capoluogo piemontese, insieme alle associazioni dei commercianti ed a CarCityClub, ha promosso un’indagine per identificare un servizio che favorisse il trasporto merci utilizzando veicoli commerciali a basso impatto ambientale.

Ne è nato il progetto “Van Sharing” che consente di condividere un veicolo commerciale, utilizzabile come se fosse il proprio, per il tempo che si desidera (anche poche ore) e per andare ovunque, in città o fuori città.

Il progetto prevede la disponibilità di una flotta di veicoli eco-compatibili posizionati inizialmente in cinque parcheggi nel centro (precisamente nelle piazze Castello, C.L.N, Bodoni, Carlina ed Albarello) per poi estendersi fuori dall’area centrale nelle principali vie e piazze commerciali della città. E il primo veicolo scelto dal Comune per questo innovativo servizio – con il contributo delle associazioni dei commercianti – è Fiat Doblò Cargo Natural Power alimentato a metano e benzina: emissioni di CO2 ridotte (praticamente nulle quelle del particolato) e lo stesso volume di carico utile del furgone ad alimentazione tradizionale (dai 3,2 metri cubi del furgone passo corto ai 4,0 metri cubi del furgone Maxi passo lungo). Inoltre, grazie al patrocinio di Fiat Professional saranno messi a disposizione degli utenti anche altri furgoni Fiorino per trasporto merci: il veicolo – eletto recentemente “International Van of the Year 2009” – si caratterizza per le sue doti di maneggevolezza, compattezza e capienza (è lungo solo 3,86 m, ma ha un volume di carico utile di ben 2,5 metri cubi). Da sottolineare anche l’economicità di esercizio (oltre 1000 km con un pieno), oltre alle basse emissioni di CO2 (solo 119 g/km) e di polveri sottili (grazie al suo filtro anti-particolato).

Il “Van Sharing” funziona come un semplice noleggio: gli abbonati possono prenotare via internet o telefonicamente il veicolo nel parcheggio più comodo, precisando ora di partenza ed ora di arrivo. In dettaglio, per gli abbonati (il costo è di 200 euro l’anno con tessera utilizzabile dal titolare dell’azienda e dai suoi dipendenti) per ogni corsa il costo è di 2,50 euro l\’ora, ai quali si sommano 65 centesimi a chilometro (dopo le 22 il costo orario si riduce ad un euro). Per una corsa in città, due ore per 15 km di percorrenza, si spendono meno di 15 euro compresa IVA e carburante. In più il “Van Sharing” offre ai suoi abbonati anche vantaggi economici e pratici quali la sosta gratuita nelle zone blu e nei parcheggi GTT, il libero accesso alla ZTL ed alle corsie e vie riservate e la libera circolazione in caso di targhe alterne. Inoltre, senza costi aggiuntivi l’iscrizione al “Van Sharing” consente anche l’utilizzo del “Car Sharing”, che ora mette a disposizione degli abbonati anche tariffe speciali per utilizzare l’auto nei fine settimana o per più lunghi periodi di vacanza, con prezzi particolarmente vantaggiosi.

Per iscriversi è sufficiente che il titolare si presenti, munito di patente, carta di identità, codice fiscale e partita IVA presso gli uffici di corso Turati 15/H a Torino (orario continuato dalle 8.30 alle 17.30 dal lunedì al giovedì e dalle 8,30 alle 17 il venerdì) o presso i centri autorizzati CarCityClub elencati sul sito Internet www.carcityclub.it.

Soluzioni concrete per la tutela ambientale
La tutela dell\’ambiente costituisce per Fiat Professional – insieme a tutti i marchi di Fiat Group Automobiles – una direttrice fondamentale nello sviluppo dei propri modelli, nel costante miglioramento delle tecnologie motoristiche tradizionali (benzina e diesel), nella ricerca continua di soluzioni alternative (dalla trazione elettrica all\’alimentazione con gas naturale). Senza contare le numerose iniziative di mobilità sostenibile portate avanti in collaborazione con la Pubblica Amministrazione. In questa prospettiva si inserisce anche il progetto “Van Sharing” che prevede l’impiego dei modelli Fiat Doblò Cargo Natural Power e Fiat Fiorino 1.3 Multijet 75 CV con filtro anti-particolato.

Innanzitutto, il Gruppo ritiene che la propulsione a metano sia oggi la scelta tecnologica più appropriata e immediatamente disponibile per risolvere i problemi di inquinamento nelle aree urbane. Ciò perché l\’uso del metano presenta una valenza positiva sul piano dei benefici ambientali (riduzione di circa il 23% delle emissioni di CO2 e praticamente nulle le emissioni del particolato). Anche sotto l\’aspetto economico, la scelta del metano si conferma una valida alternativa ai combustibili tradizionali (gasolio e benzina). Per il cliente ciò significa la possibilità di circolare in tutte le aree urbane soggette a limitazioni di traffico (legate all’eccessiva presenza di emissioni inquinanti), oltre che poter parcheggiare il veicolo anche in autorimessa in assoluta sicurezza. Inoltre, le reti di distribuzione del metano diventano sempre più capillari: in Italia, per esempio, attualmente si contano oltre 600 impianti con una previsione di circa 100 nuovi distributori di prossima apertura.

Leader in questa tecnologia, Fiat Group Automobiles è il primo costruttore a offrire nella sua linea ecologica \”Natural Power\” un\’ampia gamma di veicoli con doppia alimentazione, metano-benzina, capace di rispondere alle esigenze di mobilità di una vasta categoria di utenti, compreso il settore professionale: dal commercio all’artigianato, dalla piccola/media industria al settore pubblico. Inoltre, grazie alla recente presentazione delle nuove versioni Natural Power di Ducato e Fiorino, Fiat Group Automobiles punta a rafforzare ulteriormente la propria posizione nel campo dei veicoli OEM a metano: da gennaio a ottobre 2008, in Italia, il solo brand Fiat Professional ha fatto registrare il 78% delle immatricolazioni di veicoli commerciali a metano con un incremento, rispetto allo stesso periodo del 2007, di oltre il 51% di vendite.

Doblò Cargo Natural Power

Best seller in Italia con oltre 2.100 unità vendute da gennaio a ottobre 2008, Doblò Cargo Natural Power è la versione a metano del versatile modello nominato “International Van of the Year 2006”. Dotato di un sistema di alimentazione benzina e metano, il Doblò Cargo Natural Power adotta un motore 1.6 Torque 16 valvole che sviluppa, in configurazione metano, 92 CV e 130 Nm di coppia mentre eroga 103 CV e 145 Nm quando funziona a benzina.

Inoltre, il veicolo commerciale di Fiat Professional ha tre bombole, contenenti metano allo stato gassoso, poste sotto il pianale in modo da consentire il pieno sfruttamento del vano di carico (volumetria fino a 4,0 m3 e portata utile, con conducente, di 700 kg). La loro capacità è di 111 litri (equivalenti a circa 19 kg) che assicura un’autonomia di oltre 300 chilometri cui si aggiungono circa 330 km di autonomia con funzionamento a benzina (serbatoio da 30 litri) nel ciclo combinato. Doblò Cargo Natural Power inoltre garantisce bassi consumi (9,0 m3/100 km pari a 5,7 kg/100km nel ciclo combinato) e minime emissioni in assoluta sicurezza offrendo in questo modo al cliente la possibilità di circolare in tutte le aree urbane soggette a limitazioni di traffico. Da sottolineare che per coprire 100 km sono sufficienti circa 5 euro di gas naturale.

Fiat Fiorino 1.3 Multijet
A settembre Fiat Fiorino è stato nominato “International Van of the Year 2009” da una giuria composta da giornalisti, di 20 Paesi europei, specializzati nel settore dei veicoli commerciali. Si tratta di un veicolo unico e innovativo per dimensioni, stile, contenuti di sicurezza e rispetto per l’ambiente. Infatti, nasce per soddisfare le necessità di chi cerca un furgone compatto, economico nei costi di gestione, agile nel traffico e maneggevole nelle manovre di parcheggio.

Contraddistinto da uno stile originale, Fiat Fiorino è lungo 3,86 metri, alto 1,72 e largo 1,71 metri: dimensioni esterne compatte, quindi, che gli consentono di affrontare con disinvoltura qualunque centro cittadino, grazie anche ad un diametro di sterzata di appena 9,95 metri. In più, il nuovo veicolo commerciale offre portate di 610 e 660 kg, un volume di 2,5 metri cubi e una lunghezza interna di 1,5 metri (che diventano rispettivamente 2,8 m3 e 2,5 metri abbattendo il sedile del passeggero).

Inoltre, nel campo delle motorizzazioni, Fiat Fiorino non conosce paragoni. Merito dei due propulsori – il benzina 1.4 da 73 CV e il turbodiesel 1.3 Multijet da 75 CV (disponibile anche con filtro anti-particolato) – che si contraddistinguono per piacere di guida, affidabilità, rispetto per l’ambiente, oltre che per prestazioni eccellenti e ridotti costi operativi (consumi e manutenzione). In particolare, il 1,3 Multijet assicura un’autonomia di 1.000 km con un pieno di gasolio (4,5 l/100 km nel ciclo combinato), emissioni di CO2 pari a solo 119 g/km (valore best in class nel segmento) e ridotti costi di gestione (30.000 km o 24 mesi per il primo tagliando).

[fonte Fiat Professional]
Condividi in

Autore

Lascia un Commento