Accordo Spyker-GM: i dettagli della cessione di Saab!

0

Spyker pagherà ben 74 milioni di dollari a General Motors entro metà luglio in cambio della proprietà di Saab. GM continuerà quindi a detenere 326 milioni di dollari di azioni privilegiate della casa automobilistica svedese.


Secondo quanto detto dal presidente di GM John Smith, il colosso americano riceverà anche un corrispettivo aggiuntivo di 100 milioni di dollari in denaro liquido già detenuto da Saab. La trattativa è stata completata a condizione che il presidente Antonow di Spyker si dimetta dalla sua posizione e svenda il suo interesse per gli impianti automobilistici tedeschi. Parte della transazione sarà sostenuta dal governo svedese con un prestito da parte della Banca Europea. Una volta che l’accordo tra Spyker e GM sarà completato, il governo ha anninciato che avrebbe garantito un prestito di ben 400milioni di Euro. “C’erano tante cose da definire, è stato un affare complesso visto che la società faceva parte di GM da circa 20 anni”; queste le parole di Muller durante un’intervista. In 20 anni di gestione GM la casa svedese non ha mai generato profitti. Saab continuerà lo sviluppo definitivo della nuova 9-5 con successiva produzione he prenderà inizio nel mese di aprile. Come parte della transazione, GM fornirà la Saab 9-4X Crossover, costruita sulla stessa piattaforma della Cadillac SRX. GM continuerà quindi a fornire componenti e altro a Saan, coordinandone insieme a Spyker i lavori di ingegneria. Spyker e GM hanno annunciato congiuntamente che i veicoli Saab continueranno ad essere coperti da garazina. Spyker ha prodotto meno di 50 unità l’anno scorso, mentre Saab ha superato le 90.000. Nonostante la grande differenze, secondo Muller i valori della casa sono strettamente collegati con quelli di Saab. “Sia Saab che Spyker sono molto individualiste, entrambi hanno il patrimonio in aeromobili ed entrambi seguono il pensiero indipendente: scandinavi e olandesi”-

Condividi in

Autore

Lascia un Commento